Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

06/06/17

RECENSENDO IN ANTEPRIMA "WOLF – IL GIORNO DELLA VENDETTA" DI RYAN GRAUDIN


Ci sono libri che mi mettono all’angolo. E ci sono libri che mi spiazzano. Poi ci sono libri come Wolf – Il giorno della vendetta, libri che contemporaneamente mi mettono all’angolo e mi spiazzano, libri di cui non riesco a parlarvene come vorrei, poiché ho davvero tante cosa da dire e quelle tante cose da dire si perdono tra le mie mille emozioni.
Sì, Wolf – Il giorno della vendetta mi ha terribilmente commossa, più del primo volume della duologia di Ryan Graudin, certamente impeccabile, soprattutto sotto il punto di vista stilistico, al quale, però, a mio avviso, mancava quell’empatico quid che invece è presente nel secondo.
La narrazione è molto diversa da quella di Wolf – La ragazza che sfidò il destino, nonostante sia sempre in terza persona: si dipana infatti in vari POV (point of view), tra cui quelli di Luka e Felix, rendendo appunto la narrazione accattivante e poliedrica.
Conoscere l’animo degli altri protagonisti – quello di Luka in particolare! – è stato impressionante.
Ti immergi nel personaggio, nei suoi pensieri, nel suo cuore, ne comprendi così il perché di alcune parole e di alcuni gesti, il perché ti è piaciuto al "primo sguardo", il perché è riuscito a entrarti a sua volta sottopelle.
In Wolf – Il giorno della vendetta c’è empatia allo stato puro, quel genere di sentimento che un autore imprime nelle proprie opere quando scrive col cuore e con la voglia di darsi totalmente, infischiandosene di dover piacere a tutti.
Di fatti credo che la duologia Wolf by Wolf non sia per tutti.
Penso che sia una serie adatta a chi vuole ricevere e sa ricevere, a chi va al di là delle apparenze, a chi è stufo della solita letteratura  piena di sesso e con pochissima morale.
Ryan Graudin non è soltanto una scrittrice fenomenale, dallo stile ricco e curato, con una sensibilità straordinaria, un’originalità unica, ma è innanzitutto una messaggera coraggiosa – anche se una delle sue scelte narrative mi ha davvero sconvolta e ferita – capace di trasmettere un’idea: il sacrificio per raggiungere il bene comune.
E, di sacrificio e di bene comune, Wolf – Il giorno della vendetta trabocca!
C’è ovviamente l’avventura, l’amore, il tradimento. Ci sono colpi di scena che vi faranno emotivamente a pezzi. Però c’è anche la crescita di Yael, di Luka, l’evoluzione di un mondo distopico che attinge dalla nostra storia contemporanea. C’è la disfatta e la conquista. Ci sono troppe cose, appunto, di cui voler parlare.
Non mi è mai capitato di pensare che il secondo volume di una serie sia molto molto più potente del primo. Forse questa sarà la sola e ultima volta, chissà…
Posso solo dirvi che dovete leggere Wolf – Il giorno della vendetta per capire il valore della vita e l’importanza delle persone che amiamo.
Promosso! Promosso! Promosso! 




Titolo: Wolf – Il giorno della vendetta
Autore: Ryan Graudin
Editore: De Agostini
Prezzo: € 6,99 – € 14,90
Pagine: 576

DISPONIBILE DA OGGI!


È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?

Nessun commento:

Posta un commento