Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

30/06/17

RECENSENDO "Il ROGO DELLA STREGA" DI JOSEPHINE ANGELINI

La mente di Rowan riprese il suo posto dentro di lei, brillante e forte come un diamante. Il desiderio la invase.



Può l’amore distruggerti e… distruggerti ancora? Può la vita tradirti doppiamente? Può la vita cambiarti drasticamente?
A quanto pare sì e Lily, Lily che una volta era una ragazzina debole e ingenua, cambia così tanto che quasi non si riconosce allo specchio. 
È ormai una donna, pronta a fare follie pur di mettere fine alle mille tragedie che la circondano. 
Farebbe di tutto. Venderebbe l’anima al suo peggior nemico.
"Cosa farei, se avessi perso le speranze?" mi domando e... credo che sia difficile biasimare Lily!
Josephine Angelini, dopo Attraverso il fuoco e Il potere del fuoco, chiude con Il rogo della strega una trilogia dai colpi di scena inesauribili. 
A parte la sua genialità creativa, che la porta a plasmare ambientazioni particolarissime e intrighi contortissimi, la suspense – una suspense ben diversa da quella thriller, s’intende! – penso sia il suo fiore all’occhiello.
Stai lì, con il libro in mano, il cuore che batte a mille perché vuoi dannatamente sapere cosa sta accadendo. E lo vuoi sapere subito. Almeno per quanto mi riguarda.
Inoltre non lesina “lezioni di vita”: la fiducia nel prossimo, la speranza in un futuro migliore, la forza di volontà. Il tutto condito con streghe, energia nucleare e una sorta di “doppelgänger”.
Se questo impianto narrativo lo trovo geniale, quel che meno mi entusiasma, ahimè, così com’è stato con The Awakening series, è lo stile dell’autrice.
Troppo semplice, come se avesse paura di osare, anche se la Angelini potrebbe osare e osare: è un’autrice che potrebbe dare tanto, oltre alla sua fantasia, ma ho la sensazione che si limiti da sé a una narrazione basilare.
Vi faccio un esempio, sempre rimanendo in casa Giunti...
La scorsa settimana vi ho parlato di Questo canto selvaggio, in esso ho trovato il perfetto equilibrio tra storia originale e stile. L’autrice, Victoria Schwab, è riuscita infatti a bilanciare questi due importanti elementi, senza che il libro risultasse pedante.
Sono fermamente convinta che Josephine Angelini non le sarebbe da meno!
L’apprezzo tantissimo sul piano creativo, dunque, un po’ meno su quello stilistico: questo ovviamente è un mio parere, parere che non inficia le sue opere, perché sono io come lettrice che cerco in lei – in un’autrice che credo capacissima! – molto di più.
Per il resto, comunque, Il rogo della strega si rivela un buon romanzo e un capitolo di chiusura che non ha nulla da invidiare ai primi due.




Titolo: Il rogo della strega
Autore: Josephine Angelini
Editore: Giunti
Prezzo: € 9,99 – €16,50
Pagine: 400


Due versioni dello stesso mondo. Due versioni di una stessa ragazza. Una nuova, grande minaccia.
Talvolta la vittoria richiede profondi sacrifici. Il Rogo della Strega, di Josephine Angelini, è un romanzo d'azione, ricco di colpi di scena e di pagine intrinse d'amore.
La protagonista è Lily, che è passata da essere una piccola e debole ragazzina a diventare una strega e leader potente, che tra battaglie, amori persi e tradimenti ha imparato sul dolore e sul senso di perdita più di quanto mai avrebbe voluto sapere.
Ancora una volta la minaccia incombe e Lily e i suoi alleati devono trovare una via per sconfiggere i nemici, ma Lily non può come Lillian, il suo alter ego, la terribile assassina. Quale sarà il prezzo che la strega sarà pronta a pagare per ottenere la vittoria?


Nessun commento:

Posta un commento